mercoledì 1 giugno 2016

Disappointing Products | Tu quoque...!

Ed eccomi di nuovo qui sul blog con un post che meditavo di fare da un po' di tempo. O meglio, avrei voluto recensire i singoli prodotti, ma data la frenesia della vita quotidiana non ce l'avrei fatta in almeno tre anni e quindi ho avuto l'idea (poco originale) di mettere insieme qualche prodotto MEH del periodo e parlarvene nel dettaglio senza però ammorbarvi troppo.

Anche perché potrebbe essere che voi vi troviate anche bene con questi prodotti, semplicemente non sono adatti a me o non si comportano come vorrei. Quindi, bando alle ciance e inizio subito con questi pochi prodotti.


Tony Moly Clean Dew Red Grapefruit Foam Cleanser

Dopo il successone che ha avuto su di me il detergente Missha all'aloe (Beauty Bay, rimettilo in stock, per l'amor di Odino, che ne compro cento!!), e visto il successo che sta avendo Tony Moly come marca sbarcata anche in suolo italico, ho visto questo foam cleanser su Maquillalia e ho pensato che facesse al caso mio; soprattutto perché quanto sarà buono l'odore di pompelmo? EINVECE alla prima annusata mi sono quasi sentita male da quanto quell'odore di pompelmo fosse finto, di plastica, totalmente chimico, simile all'odore agrumato dei detersivi per piatti o pavimenti. Cosa che non invoglia di certo a spalmarselo in faccia, dico io. Per il resto è un buon detergente, fa tanta schiuma e ne basta pochissimo, ma davvero poco, per lavare tutto il viso e fare tanta schiumetta, quindi se lo state puntando, contate che è un tubo da 180 ml e vi durerà una vita. Per via di questa intensa profumazione, ho un po' timore a strofinare anche gli occhi e infatti li evito accuratamente quando lo utilizzo. Insomma, nulla da dire sulle performance, anche perché la pelle è morbida dopo il lavaggio, ma quell'odore chimico mi ha proprio delusa. Sto provando un scrub giornaliero di Yes To che ha la stessa profumazione e quello sì che è un buon odore piacevole!

Suction Black Mask (peel off / for blackheads)

Qui ci sta tanta delusione. In quel piccolo tubicino che avrebbe dovuto sradicare ogni punto nero sulla faccia della mia faccia e che purtroppo invece su di me non funziona manco se lo pago in lingotti d'oro. Che poi, ci sta, l'ho pagata anche 5 euro scarsi su eBay con tanto di consegna, ma su di me non fa assolutamente niente. Toglie solo la peluria sul viso e questo mi fa piacere (!!) ma se mi prometti che togli pure l'anima de li mortacci loro con un'applicazione e dopo 5-6 e più applicazioni non mi togli nulla, permettimi di rimanere delusa e amareggiata. Inoltre, a volte il viso mi si arrossa vistosamente quando la tolgo una volta asciutta, perciò non la consiglio assolutamente (non questa, almeno) a chi ha la pelle ultra sensibile. Senza contare l'odore extra chimico anche qui, che è altamente insopportabile. Una delusione dopo l'altra, peccato. 

Morphe Brushes M501

Questo pennello è tanto caruccio, sul serio. E' leggermente troppo grosso per la zona oculare e infatti io lo uso per applicare l'illuminante sugli zigomi o per scolpire leggermente con una terra da contouring. Il problema con questo pennello, e lui è ambasciatore per tutti i pennelli Morphe che ho, è che PERDE PELI, dammit! Neanche il mio set Fraulein di dieci anni fa perde peli e loro, lui, perdono peli dal primo lavaggio e continuano a farlo. Ma non è neanche tanto questo che mi infastidisce, anche perché alcuni, lui in particolare, sono morbidi e non graffiano, il problema è che tutti lodano i pennelli Morphe come fossero il santo Graal dei pennelli low budget, e io ne ho sia della linea normale sia di un set e la qualità è uguale (nonostante il prezzo diverso), e questa cosa mi puzza un sacco. Voglio dire, capisco che guri e gure di Youtube ci guadagnino ma diamine! Nessuno ha mai detto questa cosa che perdono peli, siete davvero tutti così venali e mentitori o magari c'è qualcosa che non va nei miei pennelli? Questo non so dirvelo, so che non sono male come pennelli e hanno anche un buon prezzo ma ogni pelo che perde un pennello a me sale un nervoso incredibile. Quindi badate, sono belli e pratici ma c'è di meglio là fuori.

Nabla Cosmetics Le Film Noir Mascara

E arriviamo infine alla delusione più cocente. Come sapete amo molto Nabla come brand, la loro eleganza nel proporre nuove uscite, i packaging, le polveri, praticamente tutto quello che fanno finisce nel giro quotidiano dei prodotti che utilizzo di più e, visto che me l'ero perso, qualche mese fa ho deciso di acquistare il loro mascara. Non avevo un'idea chiara di come si comportasse, ma ho deciso comunque di provarlo. Purtroppo però devo dire che questo è l'unico prodotto Nabla con cui mi sto trovando male. I problemi sono due: lo scovolino e la consistenza del mascara. Lo scovolino è particolare: ha tre "alette" che dovrebbero stendere il prodotto sulle ciglia, ma queste alette sono lontane tra di loro e lasciano scoperta una bella porzione di scovolino. Questa conformazione, unita alla consistenza già troppo densa alla prima apertura del prodotto, rende il mascara troppo corposo e appiccicoso, crea grumi di prodotto sia sullo scovolino sia sulle ciglia e più prelevo prodotto dal tubetto, più lo scovolino si riempie, creando un vero pastrocchio, come potete vedere nella foto qui sotto. Sulle ciglia faccio fatica ad applicarlo ed essendo lo scovolino molto grande ho sempre paura di pugnalarmi l'occhio. Non sarò l'unica, spero! Sarà che preferisco mascara volumizzanti e questo non mi dà volume ma solo un po' di lunghezza, ma questi due aspetti rendono Le Film Noir davvero difficile da usare per le mie ciglia. Per finirlo lo sto utilizzando con uno scovolino di un vecchio mascara, ma l'effetto è comunque troppo leggero per i miei gusti.
Per oggi è tutto, fatemi sapere se questo tipo di post vi interessa, se anche voi avete prodotti MEH di questo periodo da condividere e cosa pensate di quelli che ho citato io. Alla prossima!

Nessun commento:

Posta un commento