mercoledì 17 dicembre 2014

Get Ready for Christmas 2014

Quando si è vicini a Natale, e alle feste in generale, la questione è sempre la stessa: come mi vesto? Come ti trucco? Cosa utilizzo?

C'è anche chi non festeggia, ovviamente, e allora questo post risulterà inutile, ma dal momento che per me le feste natalizie non sono altro che tempo da passare in famiglia mangiando come crin (maiali), non disdegno un bel trucco. La serata più "importante", se così vogliamo chiamarla, per me è la Vigilia, il 24, importante soprattutto perché materialmente devo uscire di casa... La pigrizia fatta persona. Il 25 a pranzo, invece, siamo tutti a casa mia e, per quanto mi trucchi e mi vesta per l'occasione, sono sempre a casa mia e mi svacco più facilmente.

Oggi vorrei farvi vedere ciò che contestualmente potrei indossare il 24 sera, i prodotti natalizi che utilizzerò e un look festivo adatto alla mia serata, cui potrete prendere spunto se brancolaste ancora nel buio. Il post è in collaborazione con Soffice Lavanda, Shopping & Reviews, Dotted Around, Drama & Makeup e The Taste of Ink. E colgo l'occasione per fangirlare un po', perché amo queste donnine e morivo dalla voglia di fare un post condiviso con loro!

GET READY FOR CHRISTMAS: I PRODOTTI

Per questo Natale ho deciso di rimanere in un ambiente a me familiare, la famigerata comfort zone. Eh sì, capita di volersi reinventare proprio durante le feste, ma io invece preferisco sempre tornare sulle tonalità che più gridano il mio nome: il rosso, l'oro e il rame.
Per l'occasione userò anche degli accessori, non di ordinaria amministrazione per me. Di solito non utilizzo niente su collo, orecchie o sulle mani, ad eccezione della fedina. Per questo Natale ho deciso di utilizzare un anello pataccone color ambra (che sicuramente non è vero, ma fa la sua figura) e una collana medio-lunga a forma di cuore intarsiato dorato. Sulle unghie il mio fedele smalto rosso scuro 286 di Kiko sarà il protagonista, probabilmente con un accent nail poratcho utilizzando Genius In The Bottle di Catrice.

Per quanto riguarda il makeup, penso che userò il matitone marrone Essence Chocolate Brownie come base su tutto l'occhio (nonostante non sopporti la velocità quasi istantanea in cui si secca e si fissa sulla palpebra, è innegabile che sia un ottimo prodotto) a cui sovrapporrò Rust di Nabla Cosmetics. Ho deciso di inserire anche Disgelo di Neve Cosmetics perché con la sua polvere sottilissima dorata credo che potrebbe andare ad illuminare ulteriormente il centro della palpebra. Ma mi riservo di cambiare idea se volessi invece dare più visibilità solo e soltanto a Rust. Red Carpet di Neve Cosmetics lo userò come blush, non c'è dubbio. Lo amo come ombretto e ancora di più come blush. Sulle labbra ho deciso di andare un po' fuori dal coro: d'istinto ho preso Diva prima di fare le foto, poi ho ragionato che per una volta, almeno sulle labbra, potevo virare leggermente dalla mia solita solfa. E così ho preso Ruby Woo di MAC. Credo che comunque lo scurirò leggermente, creando una sorta di ombrè lips con una matita leggermente più scura. Ma chi vivrà, vedra!

GET READY FOR CHRISTMAS: LOOK 
Ed ecco il trucco realizzato con i prodotti di cui sopra.
Rust a tutta palpebra (sì, anche sotto la parte iniziale del sopracciglio, quanto me piasce mettere gli ombretti lì sotto!) su base marrone Essence leggermente shimmer (ma neanche troppo, una volta sfumata con il pennello). All'angolo esterno c'è Camelot a scurire l'intero look e all'angolo interno un pizzico di Disgelo per illuminare. Niente eyeliner tra le ciglia, solo un po' di matita nera nella rima interna e tanto tanto mascara. Red Carpet come blush dà quella luminosità e quella completezza al look che non so spiegare. Infine, Ruby Woo sulle labbra accende tutto il trucco viso in maniera delicata, ma d'impatto.



E voi sapete già come vi truccherete? Fatemelo sapere con un commento, se vi fa piacere!

Buon Natale!

martedì 9 dicembre 2014

TAG The Christmas Advent Challenge - Love, Hate, Wish

Eccoci alla seconda settimana della Christmas Advent Challenge, ideata da What's in my bag - Appunti di viaggio di una blogger per caso e Consigli di Makeup. Questo secondo post riguarda:


"Tre prodotti, il primo è il vostro prodotto scoperta del 2014, quello che vi ha fatto impazzire; il secondo è quello che invece vi ha deluso moltissimo, mentre il terzo è il prodotto che vorreste trovare sotto l'albero. Magari questa volta Babbo Natale vi ascolta, provare non costa nulla! Chissà che qualche fidanzato o amica legga i nostri articoli e prenda spunto su cosa regalarci (o non)!"
Lo vedete quel raggio di sole lì dietro? Un miracolo, really.
 
LOVE

Ombretti Nabla e matitoni/ombretti cremosi

Iniziamo subito con le due mie vere novità dell'anno. Sono arrivata un po' tardi rispetto all'hype che c'era (e c'è ancora) intorno al marchio Nabla Cosmetics. Ho ordinato quindi alcuni ombretti solo dopo mesi e mesi dal lancio della linea permanente (e anche della collezione Solaris). Alcuni di questi ombretti sono stati una vera rivelazione. Un po' per i colori che ho sempre amato, ma non ho mai posseduto e con cui adesso gioco spesso e volentieri e, in alcuni casi, con le texture delicate e *soffici* di alcuni. Parlo di Rust e di Aphrodite in particolare, ma anche del bellissimo Zoe. Quest'ultimo davvero è stato una rivelazione, perché mai avrei pensato di andare così d'accordo con un colore che non si trova nel range dei miei preferitissimi. E invece, ora eccolo . A fare compagnia a questi ombretti, ho deciso di includere anche i matitoni/ombretto e in generale le basi cremose, perché fino all'anno scorso non le usavo granché. Non ne ho quantità industriali, ma possiedo quei 3-4 colori che mi piace utillizzare quando voglio fare degli smokey scuri, marroni o colorati. Non posso più farne a meno.

 HATE

Biocao nutriente all'olio extravergine d'oliva e cera di riso, La Saponaria

Non direi che sia proprio un odio profondo, ma è da quest'estate che provo a farmi piacere questo burrocacao e ogni volta rimango un po' delusa. La consistenza a tratti è troppo dura e devo starci 5 minuti a spalmarmelo sulle labbra perché si scaldi per bene e rilasci prodotto. Io amo metterlo prima di andare a dormire e ne voglio tanto, così che le labbra siano ben morbide. L'unica pecca è che dopo poco tempo si secca e lascia le labbra abbastanza "dure", a volte mi sveglio con la bocca incartapecorita e lo odio. Lo uso lo stesso perché l'odore non mi dispiace e perché prima o poi dovrà finire, ma il burrocacao che faccia al caso mio non l'ho ancora incontrato e di sicuro non è lui. Mi dispiace biocao, ma altri prodotti davvero sòla non ne ho, credo.

WISH

Clarisonic o set di nuovi pennelli

Tutto il 2014 ho sognato di avere un Clarisonic, o perlomeno uno di quei puliscifaccia miracolosi che ti tirano fuori anche l'anima de li mortacci sua dal viso. Quello che mi spinge è la curiosità, anche se ammetto che ho un po' timore che potrebbe sensibilizzare maggiormente la pelle e non essere il toccasana di cui tutti parlano. Ma la curiosità mi diVOra. In alternativa, sarei anche molto curiosa di provare qualche nuovo pennello: alcuni pennelli che ho attualmente sono molto vecchi e altri anche spelacchiati. Mi piacerebbe provare qualcosa del famoso brand Zoeva, ma anche alcuni pennelli viso Real Techniques (possiedo solo lo Stippling Brush per il viso e lo addoro e il set per gli occhi) o qualche pennello curioso (e decisamente più economico) della linea Studio di e.l.f. Insomma, ne avrei per tutte le cifre!


Come al solito, non riesco a dire una cosa una e limitarmi. Questo la dice lunga sulla mia capacità di scelta, ma questo è un altro discorso. Voi cosa avere amato, odiato e desiderato nel 2014?

giovedì 4 dicembre 2014

Sandmann, Sandmann...

Sandmann, Sandmann mach die Lichter aus
Die Wahrheit ist grausam
Drum schenk mir einen Traum
Sandmann, Sandmann komm zu mir nach Haus
Streu mir Sand in meine Augen und weg mich nie wieder auf
Sandmann, Oomph!

L'ispirazione è nata dal bel faccino di Camèlie Makeup e un suo makeup diversissimo da questo, ma con una nota rossa nell'interno della rima e nella palpebra inferiore. Io, immancabilmente, il giorno dopo ho preso Nightmoth di MAC e ho deciso di sperimentare.

E' che adoro quella nota sanguinolenta di Nightmoth, è più forte di me. Ho messo la matita nella rima interna e ho sporcato leggermente sotto. Con un pennellino ho sfumato la matita e aiutandomi con un ombretto rosso cupo ho iniziato a creare la mia sfumatura, diffondendo il colore ben sotto la palpebra mobile fin sopra la piega, dove l'ho unito con un marrone scuro. Infine, sopra la sfumatura della piega ho applicato un tocco di ombretto rame aranciato bright. Nulla di troppo vistoso, ma volevo una sfumatura gradiente abbastanza calda. Verso l'interno dell'occhio ho mixato un marrone scuro freddo e un taupe per creare un ulteriore solco o una piega più definita. In questo modo, trovo che illuminare poi l'angolo interno (con un color panna opaco in questo caso), renda l'occhio ancora più aperto e più grosso. Sulla palpebra mobile ho optato per un color champagne shimmer leggermente rosato, con un tocco di marrone medio shimmer solo verso l'angolo esterno.
Sulle guance, un velo di contouring con un color taupe chiaro e un blush rosso cupo, dosato in maniera da non risultare troppo intenso. Sulle labbra ho utilizzato di nuovo Nightmoth per definire i contorni delle labbra, l'ho sfumato con le dita verso l'interno e ho completato con un rossetto berry scuro e opaco.

N.B. Nightmoth è una matita per labbra e non sarebbe adatta all'occhio. Io l'ho usata lo stesso perché raramente qualcosa mi dà problemi o fastidi, ma non posso essere sicura che sia così per tutti, quindi se avete una matita marrone o tendente al rosso per gli occhi forse sarebbe più indicata, se volete fare questo tipo di makeup.


PRODOTTI UTILIZZATI:
L'Oreal Nude Magique Eau de Teint, Pure Ivory 120
Essence All About Matte compact powder
Kiko Eye Base primer
Neve Cosmetics e/s: Espresso, Red Carpet, Coco, Butterfly, Peluche
Nabla Cosmetics e/s: Camelot, Fossil, Aphrodite
Kiko water eyeshadow, 10 light taupe
Essence lashes go wild mascara
Kiko false lashes concentrate volume top coat
MAC Nightmoth
Kiko unlimited stylo lipstick, 12

lunedì 1 dicembre 2014

TAG The Christmas Advent Challenge: The Perfect Red


La scorsa challenge ideata da What's in my bag - Appunti di viaggio di una blogger per caso e Consigli di Makeup, la Autumn Challenge, l'ho saltata ahimè a piè pari, ma questa volta vorrei mettermi di buona lena e scrivere qualcosa anch'io. Un po' perché mi fa piacere parteciparvi e un po' perché queste cosine carine mi tengono il cervello acceso. E in questo momento mi serve per non abbandonare completamente il blog al suo destino.

Dunque, iniziamo con la prima puntata di questa nuova challenge: The Perfect Red.


 
Cosa c'è di più natalizio del rosso? Svelateci il vostro rosso perfetto, che sia per le labbra, le unghie, i vestiti, o quello che preferite, sbizzarrite la vostra fantasia. Mostrateci un trucco, un outfit o un piatto, una nail art, le possibilità sono infinite, purché chiaramente il protagonista sia il vostro rosso Natale perfetto.








La questione è davvero spinosa. Che rosso scegliere? Un rosso natalizio, che sprizzi giuoia da tutte le parti e che urli "Babbo Natale" da ogni molecola. Mmm sì, anche. Ma il rosso che amo io è diverso. E lo sapete che sta arrivando quella parola. Ve la leggo nella mente. Diciamolo insieme: D-I-V-A. Il rosso che mi rappresenta e che rappresenta tanto il Natale quanto ogni singolo giorno del mio anno è quella tonalità di rosso cupa, ma con quel qualcosa in più. Questo tipo di rosso lo identifico come "rosso Diva", ma non è solo il rossetto MAC che mi suscita queste emozioni. Ecco perché ho deciso di presentarvi "i miei rossi" natalizi e per eccellenza:

  • Kiko: Nail Laquer 286
Andrò controcorrente, ma non sono una fanatica degli smalti. Ne ho una decina o poco più e mettermi lo smalto ogni settimana non è la mia priorità, ma per alcuni colori vado matta e questo è uno di quelli. E' un rosso cupo, ma che rimane nella famiglia dei rossi e non si estende troppo nella direzione marrone ed è esattamente il colore "rosso" che prediligo sulle unghie.
Da sx: Kiko 286, Catrice "Occult", Kiko 347
  • Neve Cosmetics: Red Carpet
L'ombretto rosso cupo che amo più di ogni altro. Adoro mischiare Red Carpet, con la sua componente mattone calda spiccata ma che non sovrasta il rosso, insieme a Fondente dello stesso marchio che invece ha base marrone fredda e vira più al borgogna. Insieme toccano vette paradisiache.

  • MAC: Lipstick Diva
E infine il "rosso Diva" di cui parlavo sopra. Ormai non è più un mistero che amo questo rossetto, amo la texture, la formula, il finish, il colore e tutte le sue caratteristiche. E specialmente in periodo natalizio, quando ci si aspetterebbe un rosso più vivace come Ruby Woo (che ho indossato qui lo scorso Natale), io però gioisco sempre di fronte a Diva e, oltre ad essere la mia prima scelta con quasi ogni trucco, anche a Natale non posso fare a meno di indossarlo almeno una volta durante i vari pranzi e cene della Vigilia, a Natale, a S. Stefano e perché no? Anche a Capodanno.
Non sono una blogger se non ho una foto con un rossetto e una collana. Ora sì.
Purtroppo manca un look che avrei voluto fare per includere tutti e 3 i prodotti, ma causa brutto tempo piemontese e brutto raffreddore non è possibile.

Qual è il vostro rosso perfetto natalizio, ma anche quello che più vi piace su di voi in generale?

giovedì 27 novembre 2014

Neon (K)nights feat. Nabla e Neve Cosmetics

Nonostante la qualità delle foto non sia un granché, e ringraziamo sempre il tempo nuvoloso e grigio di Torino, questo trucco ve lo faccio vedere perché come combinazione cromatica è piuttosto inusuale per me. O meglio, sono sempre in fase di sperimentazione. Chi mi segue da un po' sa che non vado d'accordissimo con i blu e i viola e che prediligo colori più caldi che si accordano meglio sia alla mia personalità che ai miei colori in generale. Però non smetto mai di giocarci e oggi tocca al blu.

Ho deciso di unirlo ad un colore caldo e vedere cosa succedeva e il risultato mi ha soddisfatto abbastanza da pubblicarlo. Come base per l'ombretto blu ho utilizzato la Pastello Enigma di Neve Cosmetics, a cui ho aggiunto un po' di ombretto blu opaco dalla palette Ultra Mattes di Sleek e successivamente un tocco di Utopia, il duochrome di Neve Cosmetics (che purtroppo è timido e in foto non si vede, perché i riflessi violacei di Utopia rendevano ancora più particolare il look). Per la palpebra mobile ho optato per Aphrodite di Nabla Cosmetics che secondo me si sposa alla perfezione con i blu nella piega. Nella rima interna ho applicato la Pastello Occhi Petrolio, per non andare sempre sul solito kajal nero. Infine, sulle labbra ho applicato il rossetto Sin.

La prima foto è quella più a fuoco e quella dove si notano più dettagli, le altre sono solo espressione della mia vanità. :D


PRODOTTI UTILIZZATI:
L'Oreal Nude Magique, 120 Pure Ivory
Essence All About matte compact powder
Neve Cosmetics blush, Maya
Kiko eye base primer
Neve Cosmetics e/s: Espresso (sopracciglia), Utopia, Coco
Neve Cosmetics Pastello occhi Enigma, Petrolio
Nabla Cosmetics e/s: Aphrodite, Camelot, Fossil
Sleek MakeUp e/s Bolt (Ultra Mattes V1)
Essence Lashes Go Wild mascara
Kiko False Lashes Concentrate volume Top Coat
MAC Lip Liner, Nightmoth
MAC lipstick, Sin

Anche voi avete colori con cui sperimentate sempre, cercando di farci amicizia?

venerdì 21 novembre 2014

MAC Lipstick in Sin: swatches, comparisons and makeup looks

Oggi vi parlo di un acquisto decisamente oculato e totalmente ragionato.
"Ommioddiohhh Rocky Horror Picture Show e MAC! Ommioddioh!!! Devo averlo!"

Già... più o meno è andata così, ma questo non toglie il fatto che io non sia pernuuuulla ossessionata dai rossetti di questa tipologia. Lo giuro. Passando oltre e tentando di essere seri, ho acquistato il rossetto Sin con packaging in edizione limitata per due motivi piuttosto ovvi: il packaging è troppo carino e addoro RHPS e il colore del rossetto è una bomba. E se mi conoscete un pizzichino, non c'erano veramente dubbi a proposito.

***

MAC Rocky Horror Picture Show Lipstick in Sin
Nonostante quello che vi mostro sia un'edizione limitata, Sin è un rossetto che ha scavalcato l'onda ed è riuscito ad arrivare in tutti i negozi MAC, questo significa che se amate questo colore, packaging speciale o no, il rossetto potete ancora trovarlo. E questa è una buona notizia! Il bullet in LE si presenta lucido rispetto ai normali rossetti MAC, con impresso il logo di Rocky Horror Picture Show. Si presenta bene, anche se forse mi sarei aspettata qualcosa di impatto visivo più potente. Ma anche così è una figata, dai, non facciamo i choosy.

Sin fa parte dei rossetti matte di MAC, è opaco ma mantiene la caratteristica di quasi tutti gli opachi del marchio, ovvero una stesura non difficoltosa e una leggera cremosità iniziale.
Diversamente da altri matte che posseggo e in particolare al mio amato Diva, Sin è leggermente più duro alla stesura. Non ai livelli di un retromatte, ma ha una certa resistenza sulle labbra che con Diva, ad esempio, non ho mai riscontrato. Ne consegue che l'attenzione ad avere labbra più curate e scrubbate possibili è più alta. Questo perché Sin fa parte dei matte di prima generazione, se così vogliamo chiamarla: questi sono più "secchi" dei matte di adesso, nel mezzo tra un matte e un retromatte, ma con caratteristiche più vicine ai primi (per mia fortuna, posseggo solo un retromatte, Ruby Woo, e per quanto sia divino mi rovina le labbra in maniera scandalosa).

La durata. Inizialmente sono rimasta un po' delusa, perché al primo utilizzo mi era durato davvero poco ed era svanito nel giro di meno di 2 ore dall'interno delle labbra. Non mi sono fatta prendere dalla disperazione e ho pensato che quel giorno ero in una bad, bad lip condition e che avevo mangiato una pizza per cena che #diocenescampieliberi da quanto era "ciccia". Negli utilizzi successivi le cose sono decisamente andate meglio: ho curato di più le labbra prima dell'applicazione e, come faccio sempre quando applico un rossetto opaco, ho lasciato un velo sottilissimo di burrocacao sulle labbra per agevolare la stesura e la tenuta delle mie labbra già normalmente secche. Con questi accorgimenti, Sin mi dura anche 5-6 ore intatto.

***
Swatches & Comparisons
Come al solito, almeno una foto Blogger deve sfalsarmela.
Con flash, ma leggermente meno sparata in originale, anche perché Diva sembra un berry e VG I sembra Ruby Woo... essì!
Luce naturale non diretta.
Sin è un rosso scuro tendente al borgogna, ma con una componente marrone che sulle mie labbra spicca particolarmente. Quando è uscita la collezione in edizione limitata, ho sentito molte persone etichettare Sin come dupe perfetto di Diva. Ora, lasciamo stare la questione "dupe perfetto" che vabeh, avendoli entrambi posso dirvi che no, non sono dupe né tantomeno perfetti. A colpo d'occhio dal bullet sono effettivamente molto simili, ma se si presta più attenzione, la differenza (anche se minima) si vede. Sin è semplicemente più scuro di Diva ad un primo sguardo e questo basta già per separarli alla nascita. Inoltre, Diva ha una base più rossa, ma Sin risulta a sua volta più caldo con la sua componente marrone più elevata.

Per quanti giri di parole io possa fare, la sostanza è sempre quella: non sono dupe e non lo saranno mai sulla carta. Potrei però dire che forse sulle labbra di alcune risultano molto simili, ma non è il mio caso. La differenza c'è, si'ori e si'ore. Fanno parte della stessa famiglia di sicuro, ma saranno... toh, cugini di 3° grado! Al contrario, Sin si sposa a meraviglia con la matita Nightmoth. Loro sì che sono fratelli, anche se il tono borgogna-violaceo di Nightmoth è più presente (non dagli swatch, ma sulle labbra sicuramente).

Makeup Looks
Luce naturale non diretta.
Luce naturale non diretta.
Foto con flash, interno.
Link al post.
Tirando qualche somma, nonostante sia leggermente più secco di un matte odierno, è comunque confortevole sulle labbra, è omogeneo e passa egregiamente i vari test di tenuta rossetti (ma la pizza zozza no, quella no). Il colore è una meraviglia e se fosse per me potrei usare solo Sin e Diva in seacula seculorum.

E forse lo farò.



martedì 4 novembre 2014

Gone with the Sin, my darling...

Questo 31 ottobre non ho festeggiato tantissimo, anzi sono rimasta ben poco fuori di casa, ma ho comunque voluto darmi un'aria riprendendo uno smokey nero with a twist (ma quanto mi sta antipatica questa espressione). Erano eoni che non lo facevo così scuro e cupo e darkdellamorte e mi sono divertita a buttarmi chilate di ombretto nero sopra e sotto la palpebra.

Per questo look ho utilizzato praticamente solo prodotti Neve Cosmetics, a parte le labbra. Non è intenzionale, né vengo pagata per usarli o mostrarli, per carità! Semplicemente ho molte cose del brand e le uso quotidianamente, stoppe. Ho utilizzato una matita nera/kajal come base per l'ombretto pressato Neve Cosmetics dalla palette Elegantissimi Black Sheep, a cui ho sfumato il marrone scuro Espresso nella piega, estendendolo verso l'angolo del naso e incupendo il look in maniera a me molto gradita. L'highlight nell'angolo interno dell'occhio è decisamente vistoso (Coco): un bianco opaco decisamente prepotente che io addoro come la pasta al pomodoro con questi smokey cattivi. Mi sarei voluta fermare qui, ad uno smokey nero nerissimo e super opaco e l'avrei impreziosito con delle ciglia finte chilometriche, ma all'ultimo la voglia di mettermi le lenti a contatto è svanita e ho optato per un effetto diverso: ho utilizzato l'ombretto Disgelo bagnato come punto luce al centro della palpebra mobile, sia sopra sia sotto nella palpebra inferiore. Non c'è bisogno di dire che il nero e l'oro sono due amanti perfetti, no? Ecco.


Il tutto è stato contornato da un pizzico di contouring e dall'ombretto Red Carpet come blush.
Per le labbra non potevo che andare su un rossetto scuro. EhpperlabarbadiGiove, ci mancherebbe!
La mia ormai fidatissima matita Nightmoth mi ha aiutato nel contorno delle labbra, mentre il ben più nuovo e già super apprezzato acquisto MAC, Sin, è andato a riempire le labbra. Di questo bel rossetto ve ne parlerò più approfonditamente a breve in un post. Le facce buffe sono dovute all'effetto che l'intero look mi provocava: mi sentivo una versione rimodernizzata e rimasterizzata di Frank-N-Furter (che non c'entra una cippa col titolo di questo post, btw), ma sicché.

L'Oreal Nude Magique Eau de Teint, Pure Ivory
MAC Select Cover Up Concealer, NW25
Essence All About Matte Compact Powder
Kiko eye base primer
Neve Cosmetics e/s: Black Sheep, Espresso, Noisette,
Coco, Butterfly, Bon Bon, Disgelo, Red Carpet
Neve Cosmetics Pastello Occhi, Liquirizia
Essence Lashes Go Wild Mascara
Kiko False Lashes Volume Top Coat
MAC lip pencil, Nightmoth
MAC lipstick, Sin

Spero vi piaccia, alla prossima!



venerdì 31 ottobre 2014

A Dame To Kill For: Ode to Eva Green

Ne avrete già viste un sacco di proposte per Halloween e, dal momento che è stasera la sera in cui noi italiani ci trasformiamo nelle creature della notte, a questo punto avrete già scelto cosa indossare e da chi travestirvi. Detto questo, chissene, metti che c'è qualche eterna indecisa che non ha voluto modo/tempo di pensare a nulla? La mia proposta è questa.

Appena ho visto Eva Green nell'ultimo Sin City: A Dame to Kill For mi è scattata una scintilla d'aMMore. Sarà che amo lo stile Sin City di Miller insieme al genio svalvolato di Rodriguez, sarà che ho sempre un po' sottovalutato la suddetta attrice... ma dopo questo film mi ha decisamente convinta. E dunque, ecco un look ispirato a Ava, una donna per cui uccidere.



Il trucco è qualcosa di estremamente veloce, fatto con una matita kajal nera e un ombretto nero. Ha però le sue insidie, se non avete un occhio sgombro o con poche pieghe (o rotondo e tozzo come il mio). Il trucco occhi di Eva dal visual (e dal film) sembrerebbe una lunga linea di eyeliner a tutta palpebra, ma è anche vero che la forma iconica dell'occhio di Eva è particolarmente cadente, come le sue sopracciglia, e su di lei ha un effetto da gatta sexy. Solo su di lei. Io con un eyeliner puro sembrei un topino, altro che gatta. Per questo motivo, l'ho reso più giusto per il mio occhio, optando per una continuazione dell'eyeliner/ombretto anche all'interno e fino a metà piega. Cheryl Pandemonium sicuramente l'ha fatto diecimila volte meglio, provate a guardare anche il suo!



Come dicevo avevo poco tempo perché mi sarebbe piaciuto poter prendere delle lentine verdi, anziché farle finte in editing, ma questo è il bello di arrangiarsi, no? Altro discorso, il rossetto. Il colore nel film cambia parecchio, ma credo sia solo l'effetto della fotografia cinematografica. Secondo me potrebbe essere un rosso tendente al freddo, di quelli definiti "rosso classico", insomma. Io ho optato per un rosso freddo con un accenno di mattone sul contorno labbra, per dare quella definizione... fumettistica? Boh, sì, quello. Col senno di poi, ci avrei messo Ruby Woo di MAC, damn me.

PRODOTTI UTILIZZATI:
MAC Mineralize Foundation NC25
Essence All About Matte compact powder
Catrice Camouflage Cream, Ivory
Neve Cosmetics, Smoking, Noisette (contouring)
Kiko Eye Base Primer
Neve Cosmetics Pastello Occhi Liquirizia, cialde Black Sheep, Butterfly, Bon Bon
E.l.f matte lip colour, Rich Red
Neve Cosmetics Pastello Labbra, Vino

Per altre ispirazioni, vi rimando ai post dell'anno scorso: The Monster Bride e Dark Willow.
Buon Halloween. Buon Samhain!


sabato 20 settembre 2014

MAC Instigator Lipstick: Swatches & Comparisons

Ormai la collezione in edizione limitata MAC Punk Couture è roba vecchia, ma capiate il mio entusiasmo.
Qui c'è gente con il cuoricino debole.

Sarò sincera, ho sbavato come ogni persona sulla Punk Couture e ho rosicato alla grande vedendo amiche e conoscenti accaparrarsi qualche pezzo della collezione, ma non in maniera ossessiva e esagerata. Mi è rimasto il pallino sin da allora, ma facevo finta di niente, come se nessuno li avesse XD Tecniche da "grande maaaco", lo so. Poi arriva Daniela, Shopping & Reviews, e mi dice che vorrebbe vendere il suo perché non lo usa granché e, sapendo che tra le amiche c'era qualcuno che ai tempi era interessata (io!io!io!ioooo!), ha deciso di darlo via. Dunque l'ho acchiappato al volo, e non per ingordigia cosmetica, ma semplicemente perché non ha nulla in comune con nessuno dei rossetti che ho e avrebbe finalmente occupato il suo posto tra i violoni scuri, posto finora vacante. Qui troverete un post di Dotted Around coi contropallettoni su Instigator e io ci ho sbavazzato a lungo. Nel frattempo però ho fatto qualche foto anch'io e così è come appare su di me e sulle mie labbra:
Instigator on NC20
MAC Nightmoth - MAC Instigator - Sleek MakeUP Mulberry
Il caricamento di Blogger mi sfasa i colori della foto. Instigator è leggermente più scuro di come appare qui.
Vi lascio il link alla pagina facebook, dove la stessa foto è decisamente più fedele.

Sono abituata a vedermi più con rossetti scuri con molto più rosso all'interno, ma trovo che Instigator sia davvero un colore particolare e mi piace molto indossarlo. Per quanto riguarda la stesura, è confortevole ma se le labbra non sono ben curate e scrubbate a dovere si stende un po' a macchie e non omogeneo e uniforme come altri matte di MAC; è cremoso nella stesura e si asciuga in fretta sulle labbra, similmente a Diva. La durata per ora non mi sembra male: 3-4 ore prima che inizi a sbiadire al centro delle labbra, su di me dura ad un pasto o una cena consistente, ma comunque ha bisogno di un ritocchino perché perde un po' d'intensità.

Purtroppo Instigator non è più disponibile ed essendo un'edizione limitata MAC non è facile trovarla, ma si può sempre sperare in un repromote del marchio.
EDIT: come volevasi dimostrare, Instigator è entrato di diritto in permanente, quindi non c'è più bisogno di piangere lacrime amare ma basta solo andare in negozio e accaparrarvi il vostro rossetto del cuoooore. :D

A voi piace questo colore? Fatemelo sapere nei commenti!
Alla prossima,


mercoledì 17 settembre 2014

Dort wo der Horizont sich mit dem Meer verbindet...

 Dort wollt' ich auf dich warten
Auf dass du mich dort findest
In Extremo - Horizont

Oggi vi propongo un abbinamente decisamente insolito per me. Occhi molto colorati e dinamici e labbra scure (beh quest'ultime non sono insolite!). Ho deciso di affiancare due ombretti, Cattleya e Aphrodite di Nabla Cosmetics, per ottenere un contrasto abbastanza forte, soprattutto in abbinamento ad un eyeliner blu/teal molto definito. Ho piazzato Aphrodite, insieme a un po' di arancione opaco, nella piega e ho sfumato molto bene aiutandomi con un color carne verso l'arcata sopraccigliare, ho poi aggiunto Cattleya da solo sulla palpebra mobile e l'ho sfumato leggermente facendolo congiungere ad Aphrodite. Matita nera all'interno dell'occhio e sporcata leggermente nella rima inferiore. Ho ripetuto lo stesso schema di colori anche sotto, sfumando bene e dando un effetto fumoso e smokey molto intenso. Infine l'eyeliner blu di E.l.f e tanto mascara. Sulle guance ho optato per un fucsia acceso con una puntina di corallo (Flamingo di Sleek) e sulle labbra MAC Instigator a completare il look.


PRODOTTI UTILIZZATI:
L'Oreal Nude Magique Eau De Teint, 120 Pure Ivory
Catrice Cream Camouflage, Ivory
Kiko Eye Base Primer
Neve Cosmetics e/s: Espresso (brows), Bon Bon, Coco
Nabla Cosmetics e/s: Cattleya, Aphrodite
E.l.f. waterproof eyeliner pen, Teal
Neve Cosmetics Pastello Occhi, Liquirizia
Essence Lashes Go Wild Mascara
Sleek MakeUP Blush, Flamingo
MAC Instigator lipstick

Fatemi sapere cosa ne pensate e alla prossima!