giovedì 19 aprile 2018

MAKEUP CATASTROPHE | I 10 prodotti che ricomprerei se dovessi perdere tutta la mia collezione

Scrivo questo post seguendo l'idea di un video della youtuber emilynoel83, la guardo assiduamente e adoro i suoi video, le sue bimbe bellissime e il modo in cui affronta gli argomenti, le recensioni e in generale il suo modo di porsi.

Qualche giorno fa ha pubblicato un video mostrando l'applicazione di 10 prodotti che ricomprerebbe, nel caso in cui l'intera collezione di makeup accumulata finora sparisse all'improvviso. Già solo al pensiero, mi prende un'ansia incredibile, ma pensandoci su: che cosa faremmo se dovessimo ricominciare da capo? Quali prodotti must (davvero must e indispensabili) ricompreremmo?

Io me lo sono chiesta e queste sono le mie scelte. Pensandoci bene, forse opterei nella maggior parte per un negozio fisico vicino casa, tipo Kiko o OVS, che tiene sia Catrice che Essence e altri marchi low cost, ma per alcune cose mi sarebbe inevitabile non comprare online, i veri must non li ho a portata di mano, purtroppo.

Alcuni prodotti mostrati sono solo di rappresentanza, in mancanza di quelli menzionati nel post.


1 - FONDOTINTA: Probabilmente ricomprerei un fondotinta a poco prezzo, d'istinto opterei ancora una volta per il Serum di The Ordinary, un fondotinta leggero e facile da stendere, però pensandoci dovrei andarlo a cercare su siti a casaccio (visto che su Maquillalia non c'è e Victoria Health ha smesso di tenerlo in stock), per cui mossa da ansia, mi fionderei da Kiko e acquisterei di nuovo il Second Skin, la controparte italica del Serum: molto leggero, dalla coprenza medio-bassa.

2 - CORRETTORE: Il correttore Catrice Liquid Camouflage sarebbe una scelta obbligata. Non secca il contorno occhi e ha una coprenza fantastica, si setta perfettamente e rimane lì per molte ore, con un velo di cipria sopra.

3- CIPRIA: Adoro la All Matte Plus di Catrice: opacizza e non sfarina. Oltre ad essere estremamente economica. Su Catrice non si sbaglia mai, secondo me.

4 - PENNELLO CIPRIA: Qui mi sento in difficoltà, perché io uso solo pennelli comprati online, tra cui il Mint Tapered di Neve Cosmetics, ma pensandoci dovrei fare un solo ordine sul sito e non mi converrebbe, per cui andrei sul Blush Brush di Real Techniques (acquisterei da OVS) da utilizzare sia per la cipria che per il blush.

5 - BEAUTY SPONGE: Io non credo di farcela senza una spugnetta, potrei usare le mani, ma non sarebbe la stessa cosa, temo. Per cui ricomprerei una Miracle Sponge di Real Techniques (da OVS, non online) per ogni evenienza riguardo la base, anche per il blush se dovesse servire.

6 - BLUSH: In realtà non sono affezionata a un tipo di blush in particolare della mia collezione, amo i miei Blossom Blush di Nabla, ma potrei farne a meno, e magari optare per un blush Essence (che ho amato in passato). Ma visto che farei un ordine Nabla comunque (vedi sotto), opterei per Regal Mauve, un color malva che mi dà quel tocco di riflesso che mi fa dimenticare il bisogno di un illuminante.

7 - SOPRACCIGLIA: Se c'è uno step che per me è FONDAMENTALE, in caps lock per farvi capire la serietà della mia affermazione, quello è ridisegnare le sopracciglia, e non potrei mai sostituire un prodotto multitasking come le Brow Divine di Nabla. Farei un ordine online, con spedizione supersonica, per una Neptune e il blush di cui sopra. All'istante. E nel frattempo mi struggerei per la perdita della mia vecchia collezione.

8 - OMBRETTO: Qui i giochi si fanno difficili: opto per una palette? Per un singolo ombretto? In polvere? In crema? E se non ho i pennelli, che facciamo? Anche se l'idea della palette è decisamente più allettante, immagino che una volta persa tutta la collezione, non abbia tutti questi soldi da spendere per una singola palette, né i pennelli con cui applicarli sugli occhi, che mi chiuda un attimo il vuoto di makeup nel momento del bisogno, per cui sapete che c'è? Io comprerei un solo ombretto in crema da mettere su tutta la palpebra e via così, in attesa di tempi migliori. La mia scelta, ancora una volta, ricadrebbe su Nabla e sui suoi Crème Shadow. So che in passato ho detto di non amarli molto, ma tra loro ci sono le dovute eccezioni e una di queste è senza ombra di dubbio Birki; è un ombretto color nude (su di me), un nocciola leggermente rosato e molto chiaro che mi dura come un primer e mi colora la palpebra il giusto. L'ordine online si sta rivelando fruttuoso, finora.

9 - MASCARA: Lash Stylist di Essence forevah end evah. Non ho molto da aggiungere: costa una cavolata e dà volume alle ciglia come nessuno. Bye, girl!

10 - ROSSETTO: Aggiungiamo un altro prodotto al carrello Nabla? Balkis, non c'è niente da fare, è il colore nocciola perfetto per me, ha una texture morbida, rimane semi-opaco e dura un sacco. Se invece volessi un po' di colore, opterei per Kernel o Arabesque, sempre dei Diva Crime.

***

Ed ecco qui la mia lista minimal per fare un trucco semplice ma completo, nel caso in cui non avessi a disposizione la mia collezione di makeup attuale. In realtà non è stato difficile scegliere perché la mia collezione non è immensa e devo dire che il filone minimalista ultimamente mi si addice. Non compro tanti prodotti e aspetto di finire ciò che ho per comprare altro, a parte qualche piccola eccezione e/o sfizio ogni tanto. Pertanto, ridurre a 10 prodotti non mi viene difficile, a volte mi trucco anche con meno. Ovviamente, non ho incluso la skincare perché non la considero parte della collezione makeup, ma forse potrebbe essere un'idea per un prossimo post!

E voi che cosa fareste se perdeste tutti i vostri trucchi? A parte rannicchiarvi in un angolo a piangere?
Che cosa ricomprereste di sicuro? Fatemi sapere!

domenica 11 marzo 2018

° A L C H E M Y °

Per la festa della Donna ho approfittato del 3x2 sul sito Nabla per fare scorta della mia adorata Brow Divine in Jupiter e come terzo prodotto ho arraffato senza pensieri Alchemy, uno degli ultimi Celestial che desideravo dalla scorsa estate. Qui nel suo massimo splendore su tutta la palpebra. Ci crediamo alla bellezza di questo ombretto? Ovviamente nella realtà è cento volte più bello e meno caldo di come appare qui, ha quello shift rosa-blu straordinErio, da non crederci. Sciaocore.


Tra l'altro, per la base viso mi sono fatta prendere dai milioni di video osceni tipo "mixing 100 of my foundations" che a dir la verità mi mettono un disagio pazzesco, ma sono tutti così entusiasti su youtube che mi sono detta: "fuck it, ora lo provo pure io", ma solo con 3 fondotinta, per non esagerare, ah! Ho mischiato il Serum e il Coverage di The Ordinary col Photofocus di Wet n Wild e... non male, l'effetto non era per nulla male. Maledetti video virali!

Per gli occhi, il makeup è davvero banale: ho usato Lullaby e Sistina dalla Dreamy palette di Nabla per la piega dell'occhio e un po' di Dogma nella palpebra inferiore. Per la palpebra mobile invece ho usato la Colour Arts di Essence per fissare Alchemy per evitare troppi fallout. Mascara in abbondanza and that's it. Più basic di così non si può. Sulle labbra un color nude nocciola, Sweet Gravity sempre di Nabla.

Btw, il volume esagerato dei miei capelli è merito dello spray volumizzante Gyada Cosmetics. Ha un odore non proprio piacevole al mio naso, ma funziona bene e non impiastra troppo i capelli. Sto anche provando lo scrub per il cuoio capelluto di Alkemilla (credo sia di nuova uscita) e vabeh, fenomenale. Quest'estate sarà un toccasana con quel suo sentore di menta piperita (o mentolo? Boh) che si espande sulla cute e la rinfresca. Già ora è piacevole, figuriamoci tra qualche mese!




PRODOTTI UTILIZZATI
The Ordinary Serum + Coverage foundation
Wet n Wild Photofocus foundation
Catrice Camouflage concealer
Catrice All Matte Plus powder, translucent
Kiko Shade Fusion blush,  05 Marsala
Nabla bronzer, Monoi*
Nabla brow divine, Uranus
Essence make me brow gel
Milani eyeshadow primer
Nabla e/s: Lullaby, Sistina, Dogma (Dreamy), Alchemy
Essence Colour Arts
Essence Lash Stylist mascara
Kiko lash concentrate volume top coat
Nabla Dreamy liquid lipstick, Sweet Gravity*

I prodotti contrassegnati con l'asterisco (*) mi sono stati inviati dall'azienda come press sample. Blah blah blah, not sponsored, non ci guadagno un soldo bucato. BYEEEE.

mercoledì 7 marzo 2018

Brand Overview | Ziaja

Su Instagram mi è stato chiesto di parlare un po' di questo brand sconosciuto in Italia e in effetti è da molto che vorrei spendere qualche parola su Ziaja, perché senza dubbio è stata la scoperta dell'anno scorso che non mi aspettavo proprio.



Non ho provato tantissimi prodotti per poter fare una recensione estesa del brand, ma ne ho provati abbastanza per capire le basi su cui si fonda il marchio e se ne vale la pena o no. Ziaja è un marchio polacco decisamente low lost, ha dei prezzi davvero accessibili, non da "finto drugstore" tipo Maybelline o L'Oreal, e si estende in un range tra i 2-3 euro a un massimo di 9-10 euro per i kit con più prodotti. Inizialmente pensavo fosse uno di quei marchi economici dalle basse performance, per cui non mi aspettavo una qualità eccelsa, ma devo dire che invece mi ha stupito; la varietà di prodotti (perlopiù skincare viso e corpo) è ampia e la scelta degli ingredienti in essi è davvero sorprendente (sto puntando tutta la linea al latte di capra!). Avendo già finito molti dei prodotti acquistati, per comodità vi metto il link al sito da cui li ho comprati, Maquillalia (ora Maquibeauty, sito spagnolo). I link ovviamente non sono affiliati né sponsorizzati, semplicemente Ziaja lo trovo solo lì e credo sia comodo per voi se mai voleste acquistare qualcosa, oltre a trovare tutti gli inci di ogni prodotto menzionato.

Due dei primi prodotti acquistati sono stati le creme contorno occhi alla salvia e quella multivitaminica, la prima adatta a sgonfiare la zona perioculare e la seconda per un effetto anti-age per prevenire le rughe. Su questi due prodotti non sono tanto convinta del loro effettivo potere, ma quello alla salvia è ottimo come gel rinfrescante ed è una piccola coccola del mattino, magari dopo aver dormito poco o male. Il contorno multivitamico è una crema molto leggera che si assorbe in fretta, non secca eccessivamente la zona, ma la idrata il giusto senza risultare pesante. Se cercate qualcosa di economico e rinfrescante, entrambi i prodotti sono ottimi, secondo me. I prezzi per 15 ml sono di 2,49 euro per quello alla salvia e 2,10 euro per il multivitaminico.

Lo scrub in gel all'olio oliva è un altro prodotto promosso, ha una grana sottile che esfolia il viso senza irritare o creare fastidi. Il sentore di olio d'oliva è piacevole, non lascia la pelle oleosa, ma soffice e levigata. L'ho amato molto sia sul viso che sul corpo. Costa 4,50 euro per 200 ml.

Ho avuto modo di provare anche diverse creme viso: la prima è stata la crema viso al cetriolo per pelli miste e grasse e l'ho amata alla follia: leggerissima, si asciugava in un attimo ed era perfetta come base per il trucco. Credo che la ricomprerò una volta finite le creme che ho attualmente aperte. Costa 2,80 per 50 ml. La seconda crema è la controparte per pelli secche, quella all'avocado. Non posso dire che sia perfetta per me perché ho la pelle grassa (infatti l'ho acquistata per errore), tuttavia l'ho usata con soddisfazione durante la notte e mi dava un'idratazione straordinaria; è molto corposa e spessa rispetto alla crema al cetriolo, ma se avete la pelle secca potrebbe essere un toccasana. Costa 3,49 euro per 50 ml. La terza e ultima crema giorno che ho provato e che sto usando al momento è quella al Manuka Tree con SPF 10 e che, nessuna sorpresa, sto davvero amando. Non è leggera come quella al cetriolo, ha una consistenza più densa, forse dovuta alla presenza di protezione solare, ma si assorbe bene e tiene a bada il makeup. L'unico neo che posso trovarle è che appena si massaggia sul viso sembrerebbe lasciare un po' di white cast tipico delle creme solari (e che io odio) ma basta massaggiare più a lungo fino a completo assorbimento per eliminarlo. Tutto sommato mi piace ed è ottima come leggera protezione quando esco struccata, anche se le preferisco comunque quella al cetriolo. Costa 4,99 euro per 50 ml.

Infine, ho provato anche il tonico al cetriolo (2,90 euro per 200 ml) e il lip balm al burro di cacao (2,10 euro per 10 ml), che però non mi hanno fatto impazzire. Il tonico era buono e fresco, ma non ha superato la mia amata Acqua di Rose Roberts, mentre il balsamo labbra è bocciato perché è troppo scivoloso e poco efficace, io preferisco balsami più corposi e densi.

Ed è tutto. Come ho già detto, Ziaja è un brand che mi ha stupito e da cui sicuramente comprerò e proverò altro, mi incuriosisce tutta la linea al latte di capra e anche quella all'Acai Berry; ce n'è davvero per tutti i gusti e i tipi di pelle, io ve la consiglio vivamente. Fatemi sapere che cosa ne pensate, e se avete già provato qualcosa. Alla prossima!

martedì 27 febbraio 2018

INTO THE BIN Feb 2018 | Prodotti finiti

Da quando sono nella casa nuova, qualcosa nella mia routine è cambiata: prima non finivo mai nulla o procrastinavo l'utilizzo fino a scadenza, ora invece sarà che compro più cose di prima, ma più semplicemente le uso fino alla fine e mi prefisso di usarle anche in modi alternativi, piuttosto che accumulare flaconi mezzi pieni e comprarne altri nel frattempo. 

Sarà lo spirito di Marie Kondo o che so io, ma mi ritrovo a essere più diligente e, di conseguenza, anche più ordinata e meno sprecona. Ecco perché a nemmeno due mesi dal precedente post di prodotti finiti e cestinati, oggi ne scrivo un altro tutt'altro che scarno. Che sollievo buttare via tutta questa plastica! Non credo di essere l'unica a provare piacere nel buttare flaconi vuoti, usati e talvolta amati; tra l'altro, scrivere questi post è utilissimo a me e spero anche a voi per capire nell'effettivo che cosa ne penso di un prodotto una volta finito, se lo riacquisterò o meno e se fa al caso mio/vostro. Spero vi sia utile!



Inizio con la parte di skincare viso, quella più consistente.

Garnier SkinActive Acqua Micellare pelli normali e miste. Di solito acquisto sempre quella nel pack rosa, ma per stavolta ho optato per la confezione verde per pelli miste e devo dire che non noto differenze: sono entrambe acque micellari molto delicate su viso e occhi e le uso sempre con piacere, struccano bene e non irritano per nulla la pelle. Ovviamente la ricomprerei.

Kiko Pure Clean Gel per pelli miste. Ho già il mio bel backup e lo adoro. Ho provato un po' a scatola chiusa la skincare di Kiko e devo dire che non mi dispiace affatto. Il primo prodotto era il detergente in mousse, anche quello ottimo ma non mi piace molto il fatto della pompetta erogatrice che a volte si inceppa e non permette di finire del tutto il prodotto rimasto in fondo, ma forse questo in gel è più indicato per la mia pelle. La pulisce a fondo senza seccare troppo, la lascia morbida e leva ogni traccia di trucco residuo. A volte, quando ho un trucco minimal, evito lo struccaggio con acqua micellare e passo subito al lavaggio con questo prodotto e pulisce perfettamente. Lo uso anche in combo con il simil Clarisonic Bellissima di Imetec e lo adoro, fa la giusta schiuma e si lava via in un secondo con l'acqua.

Ziaja Olive leaf face scrub. Già dall'anno scorso ho iniziato a preferire agli scrub manuali quelli chimici, che si tratti di peeling, esfolianti o toner, li trovo decisamente più delicati ed efficaci. Questo scrub l'ho acquistato davvero troppo tempo fa e l'ho usato spesso sul viso (con risultati piacevoli, le micro-sfere sono minuscole e non aggressive) anche se ultimamente, per finirlo, l'ho tenuto in doccia e usato sulle gambe come leggero esfoliante prima della rasatura. Sul viso era piacevole e non aggressivo, devo dire, forse anche grazie all'azione dell'olio d'oliva che però non lo rendeva troppo oleoso o difficile da sciacquare, anzi. Tutto sommato, è un ottimo scrub e ha un prezzo davvero irrisorio, pochi euro per un buon scrub. Io l'ho preso su Maquillalia insieme a molti altri prodotti del marchio. Al momento ho altri esfolianti da usare, per cui non sento la necessità di ricomprarlo, ma se vi piacciono gli scrub viso leggeri questo è un buon candidato.

Ziaja crema contorno occhi multi-vitaminica. E' un'ottima crema contorno occhi, leggera e che si asciuga velocemente. Al momento non sento il bisogno di ricomprarla perché ho altre creme e prodotti da usare, ma per il prezzo direi che vale la pena provarla. Certo non fa miracoli, eh, ma è piacevole e fresca sotto gli occhi la mattina e la sera, se non altro.

Ziaja crema viso all'avocado. Qui c'è stato un mio sbaglio di fondo: volevo acquistare la mia amata crema (dello stesso marchio) al cetriolo, quella adatta alle pelli miste e grasse che ho adorato, ma ho sbagliato a mettere nel cestino quella giusta e mi sono ritrovata quella all'avocado per pelli secche. Ovviamente era troppo spessa per usarla di giorno, ma come crema notte non mi è dispiaciuta e anzi, l'ho trovata emolliente e nutriente. Se avete la pelle secca, potrebbe piacervi, io al prossimo giro ricomprerò quella al cetriolo, se non sbaglio un'altra volta a scegliere!

Korres white tea gel cleanser. Nella prima box di Lookfantastic ordinata a gennaio ho trovato questo detergente che però non mi ha fatto battere il cuore. Molto buono, profumazione leggera e non aggressiva, lava bene e lascia la pelle del viso morbida, ma non ha la stessa forza del gel di Kiko, per cui non penso la ricomprerei in full size.




Mil Mil crema rigenerante all'olio di cocco per capelli lunghi. Sin dal post (tag) sui capelli scritto anni fa, continuo imperterrita a usare maschere per capelli al posto del balsamo e non posso farci niente, ne sono assuefatta. Adoro la morbidezza che mi danno le maschere tenute su un paio di minuti e poi lavate via, senza appesantire troppo i capelli o sporcarli subito. Ne uso di vari tipi e marche, ma mi trovo spesso a usare questa di Mil Mil, che si trova in molti supermercati e ha un prezzo davvero piccolo. Poi io ho uno chioma non indifferente, per cui un balsamo normale mi dura due volte, mentre con queste maschere (usandone una quantità minima) vado avanti per mesi! Ovviamente ne ho già un barattolo nuovo e la ricomprerei volentieri.

Sunsilk shampoo per capelli ricci. Sugli shampii invece ultimamente sto andando un po' a random, perché al momento faccio sempre un doppio shampoo: il primo lavaggio è quello più intenso con il mio amato di Antica Erboristeria all'ortica, che lava bene la cute e toglie via il sebo, ma da solo è effettivamente troppo aggressivo e secca un po' troppo, per cui passo al secondo shampoo, questo però meno intenso e con poco prodotto per ridare vitalità al capello. In questo caso, ho usato un Sunsilk per capelli ricci (comprato a caso) altrimenti uso uno shampoo generico non troppo aggressivo o specifico. Non penso lo ricomprerò perché cambio spesso, tra l'altro la linea Sunsilk la trovo davvero corposa, siliconosa, non saprei bene come spiegarlo, ma a piccole dosi non è male.

Antica Erboristeria shampoo sebo-regolatore all'ortica. Non mi soffermo molto, perché ho già detto sopra che cosa ne penso. E' uno shampoo non per i deboli di cuore ( o di cute?!), nel senso che aggredisce un po' lo scalpo e va usato con parsimonia, ma lavando i capelli solo 2 volte alla settimana, mi faccio almeno un paio di giorni con capelli perfettamente puliti fino al prossimo lavaggio e non è cosa da sottovalutare con i capelli grassi che mi ritrovo, per cui sì, lo ricomprerei mille e mille volte ancora.

ESPA Pink Hair & Scalp Mask. Anche questo prodotto l'ho trovato in una box di Lookfantastic e purtroppo non sono riuscita ad apprezzarne le varie qualità: in primo luogo io ho tantissimi capelli e la mini size conteneva poco prodotto per la grossa chioma che ho, per cui ho provato a usarlo abbondando nelle quantità ma non ho visto miglioramenti in quanto a capelli più soffici, morbidi e nutriti. Al contrario, una volta sciacquato via, i capelli erano leggermente secchi e dovevo andare con la mia maschera ad idratarli. E' un peccato, ma non sono riuscita ad apprezzarlo al massimo.



Infine la parte makeup, quella più scarna e difficile da far fuori!

Maybelline the colossal go extreme volume mascara. Ce l'ho da almeno due anni e ormai aveva un odore di prodotto scaduto per cui via nel cestino. In ogni caso non è un mascara che ricomprerei, non mi dava molto volume nonostante pettinasse bene le ciglia.

Colourpop super matte liquid lipstick, Tulle. Anche questo troppo vecchio, dovevo per forza buttarlo! Era un regalo della mia dolcissima Fran e l'ho amato molto, anche se col senno di poi la formula era davvero troppo secca e pastosa, ora che ho scoperto i satin lips la mia vita è cambiata!

Nabla, Bombay Black. Una delle tante. L'ho comprata e ricomprata più volte e continua a piacermi.

Nabla, Gotham. Ho adorato questo bronzer, soprattutto per un leggero contouring. Ha la giusta intensità, non fa macchia e ha un colore leggermente freddo che è perfetto per la mia carnagione. La ricomprerò di sicuro dopo che avrò finito altri bronzer.


Ed è tutto, spero che questo post vi sia stato utile. Fatemi sapere se abbiamo prodotti in comune, finiti o cestinati. Alla prossima!

domenica 4 febbraio 2018

TMI | Zero Motivation

Oggi scrivo un post di pancia che esce un po' fuori dai miei soliti standard, non è da me scrivere della mia vita personale sul blog, ma ho deciso di mettere per iscritto alcuni pensieri e tentare di non dimenticarli, ma soprattutto per rendermi consapevole che ho bisogno di motivazione, di sostegno. Non sono mai stata una che chiede o pretende aiuto per cui questo post è ancora più difficile da scrivere per me.

foto presa dal web

Non so se ve ne siate accorti, ma da più di un anno ormai le foto che vi propongo con il passare dei mesi sono cambiate. Non in modo drastico, magari non per voi, ma io il cambiamento lo vedo ogni giorno e ogni giorno stento a riconoscermi nelle nuove foto che scatto. Insomma, la faccio breve: sono ingrassata, e tanto, e questa cosa mi crea più disagi di quanto vorrei ammettere. Da settembre 2016, ovvero da quando mi è stata trovata una cisti ovarica mediamente grossa, ho iniziato una cura ormonale che mi blocca il ciclo mestruale (condizione fondamentale per rallentare la crescita della cisti e a evitare i dolori atroci provati prima di capire che cosa avessi). Aggiungiamoci anche che non sono una persona sportiva, che faccio un lavoro estremamente sedentario, ma per fortuna ho una cultura del cibo piuttosto sana e mangio in modo equilibrato. Tutto questo, sommatosi alla mia pigrizia e al fatto che ho smesso di fumare a inizio 2017, mi ha portato a prendere almeno 15 chili indesiderati che ora vorrei far sparire magicamente. Il mio viso è cambiato: è più rotondo e paffuto, ho un doppio mento di cui mi vergogno terribilmente, i seni sono più grossi, i fianchi e le cosce sono cresciuti e, come dicevo, a volte fatico a riconoscermi allo specchio.

Perché dico questo? Perché fondamentalmente mi piango addosso, e so che non basta togliere sale, zucchero, dolci, bibite e mangiare 50 gr di pasta per ritornare al peso di prima, alla Silvia di prima ma so che scrivendo tutto questo, magari mi sentirò in colpa per quello che non ho fatto finora per rimediare a questa condizione. Andare in palestra, andare a camminare, avere uno stile di vita meno sedentario. Tutte cose che mi convinco di poter, dover e voler fare quando vedo i bellissimi post motivazionali di alcune amiche o quando vado a letto la sera e che, puntualmente, la mattina il mio cervello registra come cose che non sono in grado di fare. Come se una voce dentro di me mi dicesse che non funzionerà e non ne vale la pena. 

Scrivo tutto questo perché sì, ho bisogno di sostegno, di supporto, di qualcuno che mi sproni e perché i miei soli pensieri e sforzi di auto-convinzione non bastano. Scrivo tutto questo perché mi rendo conto che essere magri non significa necessariamente felici, ma io non voglio essere "magra", semplicemente vorrei tornare a riguardarmi allo specchio e a rivedere quella Silvia un po' paffuta ma in salute, quella che non si vergogna di mettere una gonna o di mostrare un bel decolletè. Scrivo tutto questo perché ad oggi mi sto muovendo per consultare un medico che mi aiuti con una dieta e nel frattempo iscrivermi in palestra, ma scrivo tutto questo perché serve a me per trovare la forza di dire a me stessa che sì, ne vale la pena e anche se c'è chi ha problemi decisamente più grandi, questo è il mio problema e devo venirne a capo, anche a costo di scrivere un post pubblico e chiedere spudoratamente aiuto e sostegno a chiunque voglia darmelo.

giovedì 18 gennaio 2018

K ° L ° I ° M ° T

Voi lo sapete che io sono innamorata persa del Dazzle Liner di Nabla, il precursore e il più bello di tutti: Klimt. Lo sapete, ormai, anche perché vi ho fatto una capoccia così da due anni, ma se lo mettiamo insieme a un rossetto liquido della caratura di Coco (review dei rossetti Dreamy), un color cioccolato fuso da svenire, e ci abbiniamo un cardigan color senape che cosa ne esce?

UNA FIGATA, dare I say.

Era da tantissimo tempo che non amavo così tanto un look su di me (quello natalizio con il cut crease dorato ci arriva vicinissimo, ma non lo batte) e questo riassume tutto ciò che amo: colori caldi e avvolgenti, occhi che brillano e labbra scure. Io farei un minuto di silenzio.






PRODOTTI UTILIZZATI
The Ordinary Serum foundation, 1.2 N
Catrice All Matte Plus powder, translucent
Catrice Camouflage Concealer, 010
Nabla bronzer, Saint Tropez
Nabla blush, Happitude*
Nabla, brow pot, Neptune
Essence, brow gel
Milani eyeshadow primer
Tarte, Tartelette in Bloom e/s:
Flower Child, Jetsetter, Smarty Pants
Essence super fine eyeliner pen
Nabla, Dazzle Liner Klimt*
Maybelline, The Colossal, Go Extreme! mascara (yellow)
Nabla, dreamy liquid lipstick, Coco*

Che ne dite? Vi piace? Io lo adoro, vorrei truccarmi tutti i giorni così e sarei felice forevah!

lunedì 15 gennaio 2018

Best of 2017: Makeup & More

E anche quest'anno, come da tradizione, ci ritroviamo qui sul blog a scrivere di tutto ciò che ci è piaciuto nell'anno passato insieme alle blogger che più ammiro le quali, nonostante la lontananza, sento più affini e con cui parlo spesso. Quest'anno il post è il collaborazione con Daniela (Shopping & Reviews), Suhrya (Drama & Makeup) ed Elena (Vanity Nerd).

Abbiamo stilato una classifica generale di prodotti più utilizzati, ma non tutte le categorie sono state riempite per ogni blogger o magari qualcuna di noi avrà più categorie (o diverse) rispetto ad altre, per cui vi invito ad andare a vedere i post delle altre ragazze per scoprire tutti i loro preferiti del 2017. Se per caso non vedete alcuni prodotti in foto, ma vengono menzionati nella lista, è semplicemente perché avendoli finiti non ho potuto includerli nelle foto. Senza indugi, inizio il mio rundown di prodotti e categorie!




Primer occhi: Milani eyeshadow primer
Correttore: Catrice Camouflage Concealer
Ombretto singolo: Nabla Celestial e/s: Glasswork* (2 time winner)
Matita occhi: Nabla, Bombay Black (3 time winner)
Eyeliner: Nabla, Klimt* (2 time winner)
Prodotto per le sopracciglia: Nabla, Brow Divine (3 time winner)
Palette: Tarte, Tartelette in Bloom (2 time winner)
Mascara: Kiko, Extra Sculpt Volume (2 time winner); Essence, Volume Stylist
Pennello occhi: BH Cosmetics, blendind brush

Come potete vedere, molti prodotti sono gli stessi dell'anno scorso e alcuni anche di due anni fa, per cui questo vi fa capire quanto alcuni prodotti siano ormai staple della mia postazione makeup. Come nuove entrate, senza dubbio il primer di Milani è stata una scoperta fantastica: ne uso pochissimo e dura un'eternità sugli occhi, oltre ad avere una qualità-prezzo incredibile. Sono lontani i giorni del primer occhi di Kiko, perché il Milani lo batte a mani basse come performance. New entry anche per il correttore. Ebbene sì, gli anni scorsi non lo usavo, ma nel 2017 le occhiaie sono magicamente apparse e, ahimè, sono dovuta correre ai ripari; il Liquid Camouflage è una bomba, grazie a Elena e a Daniela per avermelo fatto amare ancora prima di acquistarlo! Infine, ho amato e continuo ad amare il Volume Stylist di Essence: mi fa le ciglia da cerbiatta e dà un sacco di volume. Adoro!




Fondotinta: The Ordinary Serum Foundation
Cipria: Catrice All Matte Plus
Blush in polvere: Nabla Cosmetics, Satellite of Love*
Prodotto per contouring: Nabla, Gotham (2 time winner), Monoi*
Pennello viso: BH Cosmetics, blush brush



Scoperta dell'anno: il Serum Foundation di The Ordinary. Pensavo di aver trovato un amico con il Coverage, ma mi sbagliavo: il Serum è molto, molto meglio. Si fonde perfettamente sulla mia pelle, regalandomi un incarnato omogeneo e una coprenza da leggera a media senza fare pastone. Lo adoro, vorrei usare solo lui, ormai!


Top 5 Rossetti:
Nabla, Dreamy Matte Coco*
Nabla, Dreamy Matte Kernel*
Colourpop satin lips, Frick n Frack
Colourpop satin lips, Toolips (2 time winner)
Colourpop, Matte X Lippie Stix, Chateau (2 time winner)
Matita labbra:
Kiko, creamy lip pencil 316 (2 time winner)

You see a pattern, here? Eh, sì, sono noiosa quando si tratta di rossetti. La mia tendenza alla monocromia stagionale si nota e, nonostante usi molti altri colori durante l'anno, questi sono senza dubbio i più gettonati. Best of the best of the best? Senza dubbio Frick & Frack per la sua texture così morbida e confortevole e Coco per la durata infinita, il suo essere perfettamente omogeneo per un colore così scuro e la confortevolezza sulle labbra.


Top 5 skincare/haircare
3) Ziaja, Crema al cetriolo
4) Batiste, Dry Shampoo (regular)
MISCELLANEOUS

Negozio Online: Maquillalia (ES), Kiko (ITA)
App: Instagram (edeljungfrau)
Serie TV: Black Mirror (Black Museum s04ep06)
Manzo of the Year: Cillian Murphy (❤)
Person of the Year: Barack Obama (❤)

Come ultima cosa vorrei ringraziare voi tutti che ogni tanto vi prendete del tempo per leggermi, mettere un cuoricino alle foto su Instagram e che, semplicemente, vi interessate a me. Non sempre ho voglia di sorridere e di frivolezze, ma basta anche solo un vostro commento a rallegrarmi la giornata e questa non è cosa da poco, per cui GRAZIE per questi anni passati assieme, grazie per il 2017 ormai passato e grazie per un 2018 ancora più splendido insieme.


Abbiamo qualche prodotto in comune? Fatemelo sapere, ché sono una scimmietta curiosa, io!